Gli standard che regolano i caschi da moto

I francesi si lamentano dei molti regolamenti che devono loro incombere quando vogliono guidare sul manubrio. Eppure, e contrariamente a quanto si potrebbe pensare, gli standard dedicati alla sicurezza stradale non sono così gonfiati, soprattutto per quanto riguarda il principale dispositivo di protezione del motociclista: il casco da motociclista!

lo standard ECE 22-04 e 22-05

Il casco di un pilota francese deve soddisfare lo standard europeo (anche per un Casco moto Bluetooth), sia che possieda una Harley Davidson, una Moto gp, una Roadster o una Touring. I principali sono in particolare gli standard ECE 22-04 e ECE 22-05. Pertanto, qualsiasi casco da motociclista utilizzato all'interno dell'UE (Unione Europea), inclusa la Francia, deve essere approvato e recare questi certificati.

Per poter beneficiare di questi standard, il casco da moto è stato sottoposto a numerosi controlli e test basati su una moltitudine di criteri, per citare solo l'angolo di visione, il sistema di ventilazione, l'assorbimento degli urti, il campo visivo. visione, deformazione da impatto, aerodinamica, qualità di visiera o resistenza all'abrasione.

Per quanto riguarda NF S 72.305 per equipaggiamento motociclistico, non viene utilizzato dal 2002 sebbene sia ancora valido.

Come riconoscere un casco omologato?

Identificare un casco da motociclista che soddisfi gli standard europei e francesi è relativamente semplice. Hai solo bisogno di controllare se il sottogola è cucito con un'etichetta bianca o verde che indica l'approvazione ECE.

Generalmente i numeri 22-04 e 22-05 sono seguiti da una lettera che indica il livello di certificazione del casco. In particolare, ce ne sono diversi:

La dichiarazione P: Applicata ai caschi integrali, questa norma indica che la mentoniera ha superato le prove di stress. In caso contrario, il casco è provvisto di un'etichetta NP che significa "non protettivo".

La dichiarazione J: questo standard si riferisce al casco jet.

Standard specifici per la Francia

Oltre a questi standard sopra citati, la Francia ha introdotto anche un ulteriore vincolo. Infatti, in Francia, devono essere applicati 4 adesivi retro riflettenti sui caschi dei motociclisti, sia che si tratti di caschi integrali, casco cross design o caschi jet. Secondo la legge francese, i venditori specializzati sono tenuti a fornirli e applicarli.

Nota Bene:

Il motociclista può rischiare una multa di 135 € e perdere 3 punti sulla patente di motocicletta se il suo casco da motociclista non ha queste strisce riflettenti.

  • Non indossare il casco o indossarlo senza fermaglio può comportare multe più severe che vanno da € 100 a € 375, oltre al ritiro di 3 punti sulla patente motociclistica.

Capirai, gli obblighi che regolano i caschi da motociclista non sono così molteplici come potresti pensare. Con queste indicazioni, non c'è dubbio che ognuno potrà scegliere il proprio casco da moto con competenza. Tutto quello che devi fare è scegliere il modello più adatto alle tue esigenze tenendo conto degli standard di sicurezza!