Comfort termico: cosa dovrebbe essere considerato alla giusta temperatura?

Quasi la metà dell'energia consumata per famiglia in Francia proviene da sistemi di riscaldamento domestico.Tuttavia, se si facessero piccoli investimenti per ottimizzarne i consumi, si potrebbe risparmiare fino a 100 € sulla bolletta del riscaldamento durante il periodo invernale.Secondo gli esperti, la temperatura giusta per ottenere un miglior comfort termico è tra i 16 ei 19 gradi Celsius.Inoltre, dovresti anche sapere che per ottenere questa efficienza non si tratta solo di adottare il giusto sistema di riscaldamento.Si afferma anche che la perdita di calore è la causa della perdita di calore in una casa.La maggior parte delle perdite di calore si verificano dal tetto e dalle aperture.Occorre quindi adottare misure per ridurre le perdite e minimizzare la spesa per la bolletta energetica.

Perdite di calore dovute alla perdita di calore

La perdita di calore è spesso la causa della scarsa temperatura in una casa. Queste perdite sono dovute allo scarso isolamento termico e all'involucro dell'edificio. Questi casi possono portare a ponti termici, infiltrazioni di aria e umidità o addirittura permeabilità della struttura.

Le perdite di calore attraverso il tetto costituiscono 30 % di dispersione di calore a causa di solai scarsamente isolati, mancanza di isolamento dall'ultimo soffitto o perdite d'aria dalle tegole.

Le pareti scarsamente isolate rappresentano un quarto del calore perso in una casa. I muri cavi o finemente isolati sono le cause del guasto termico nella struttura di una casa.

C'è anche la vetratura a livello di porte e finestre che genera 15 % di dispersione termica dovuta allo spessore delle vetrate o al disegno dei serramenti che risultano difettosi in termini di isolamento.

I pavimenti bassi o scarsamente isolati possono anche rappresentare 15 % di dispersione termica, in quanto tendono a generare ponti termici e una sensazione di freddo a contatto con l'aria e l'umidità esterna.

Eseguire un DPE per rilevare le fonti di perdita di calore

La risoluzione di questi problemi consiste nell'effettuare un rinnovamento energetico incentrato sullo sviluppo di questi elementi.A seguito di un bilancio energetico, tecnicamente noto come diagnosi di prestazione energetica (dpe), è possibile rilevare tutti i punti deboli dell'abitazione che lasciano fuoriuscire il calore.Dalla scelta dell'isolamento per isolare le pareti, il sottotetto e il pavimento, passando per la gestione dei flussi d'aria ambiente e la ventilazione controllata in ogni stanza, questa è un'operazione che generalmente riguarda l'intera casa.Non dimenticheremo inoltre l'installazione di tramezzi coibentati e opachi, il calafataggio e l'installazione di porte e finestre con doppi o tripli vetri. 

Il condizionatore reversibile: né caldo né freddo!

Per essere alla giusta temperatura in ogni stagione, risulta che il condizionatore inverter può essere la soluzione più adatta. Questo sistema di riscaldamento è noto per essere versatile e in grado di fornire migliori prestazioni termiche. Assicurando la diffusione di una temperatura interna stabile e un flusso di calore uniforme in ogni stanza, aumenterà l'efficienza energetica della casa per poter fornire un buon flusso di calore in inverno e più fresco in estate. Con questo sistema reversibile che è il Inverter Clim, potrai controllare meglio la tua bolletta energetica ed evitare le spese legate al riscaldamento e all'aria fredda utile durante le stagioni calde.